CORSO GRATUITO DI DIZIONE – CreaLab 2014/15

CORSO GRATUITO DI DIZIONE – CreaLab 2014/15

Nell’ambito del contenitore culturale CreaLab, frutto della collaborazione tra Sapienza In Movimento e Fondazione Roma Sapienza, visto il successo delle edizioni precedenti, si ripropone il CORSO GRATUITO DI DIZIONE.

Il Corso, totalmente gratuito, si terrà presso l’Aula 6, Ex Caserma Sani (via Principe Amedeo n°184) il 6/13/20/27 maggio dalle ore 18:00 alle ore 20:00. Ci si potrà iscrivere al Corso entro il 5 maggio, e comunque fino ad esaurimento posti, presso lo Sportello Servizi di Sapienza In Movimento (all’interno della Città Universitaria Sapienza, ingresso di Viale Regina Elena 334, adiacente al Palazzo delle Segreterie e alle Poste).
Il Corso è riservato a studenti della Sapienza Università Roma regolarmente iscritti e a laureati della Sapienza Università di Roma iscritti per l’anno corrente a Noi Sapienza Associazione Alumni.
Le lezioni saranno tenute dalla Dott.sa Roberta Sciortino.

 

– Perché è importante la dizione?
Una buona comunicazione passa sia attraverso un uso corretto del proprio “corpo” che della propria “voce”. Scoprire come valorizzare al meglio quest’ultima è lo scopo del corso, che si sviluppa in quattro incontri da due ore ciascuno.
Parlare in modo limpido, chiaro, senza errori di pronuncia e con una piacevole modulazione nelle intonazioni e nelle intenzioni, può restituire sicurezza a chi si esprime ed efficacia ai pensieri e ai concetti che si vogliono enunciare condividere.
E’ un corso base, pensato per chi inizia o ha iniziato da poco, che prevede una parte considerevole del lavoro “in piedi”. Le nostre lezioni, infatti, non saranno solo “a tavolino” ma coinvolgeranno la nostra capacità “comunicativa” nella sua totalità.

PROGRAMMA provvisorio

Primo incontro:
– Cos’è la Dizione e a cosa serve.
– Respirazione: scoperta del diaframma per giungere ad una respirazione “consapevole”, facendo uso dei vocalizzi. Lo scopo è quello di migliorare le capacità timbriche ed estendere la durata del fiato. Con i vocalizzi, declinati per volume e tonalità, ci rendiamo padroni della nostra capacità di emissione.
– Prova in piedi.
Secondo Incontro:
– Consonanti e vocali.
– E, O aperte e chiuse.
– S e Z sorde e sonore.
– La corretta pronuncia della C.
– La corretta pronuncia della GL.
– La pronuncia delle consonanti R,P,B,D.
– Letture e “giochi di parole”
Terzo Incontro:
– Scoperta dei “muscoli fonatori” del viso e dei nostri “risuonatori naturali”. Per impostare la nostra voce e giungere al nostro timbro ottimale non basta utilizzare correttamente le corde vocali, bisogna anche sfruttare al meglio i muscoli facciali e laringei.
Attraverso la lettura e la corretta articolazione cercheremo di eliminare “scivolature” e “incespicamenti” ottenendo la pronuncia perfetta di ogni fonema, ovvero di ogni insieme di vocali e consonanti, eliminando l’atteggiamento “pigro” che spesso ci caratterizza quando parliamo, mettendo meno energia del dovuto e provocando diversi inconvenienti.
Quarto Incontro:
– Esercizi sulla “musicalità della la voce”, modulando le frasi in funzione del significato, attraverso un giusto uso dei toni. Spesso la mancanza di abitudine ci porta ad avere una voce tendenzialmente “monocorde”, con conseguente mancanza di espressività.
– Verifica su testi e in pubblico delle nozioni apprese.

 

PER INFO: Maria Francesca 3274041041 – sapienzainmovimento@gmail.com – Sapienza In Movimento

By |2015-04-25T13:09:58+00:00aprile 24th, 2015|Articoli in evidenza, Cultura, Info, News, SIM Alert, SimSpecial|

About the Author:

Commenti su facebook

Leave A Comment